Sintomi dell'ernia inguinale . Società Italiana di Chirurgia dell'Ernia . Il sintomo più evidente legato all'insorgenza di un'ernia è la presenza di una tumefazione esterna, che progressivamente si accresce sotto la spinta della pressione addominale e della forza di gravità. La sintomatologia, normalmente assente durante il riposo, può insorgere durante la stazione eretta protratta con un dolore locale che tende ad aumentare di intensità durante l'arco della giornata, specialmente dopo sforzi fisici intensi. Nelle fasi iniziali il contenuto erniario si riduce in maniera spontanea o per mezzo di una semplice manovra manuale.   Nelle forme più inveterate si può verificare una irriducibilità del contenuto erniario, legata alla quantità ed al volume dei visceri contenuti nel sacco ed alla presenza di aderenze (ernia intasata). Talvolta si verifica un peggioramento improvviso del quadro clinico, con un incremento della sintomatologia dolorosa locale, associata a nausea, vomito ed irriducibilità del contenuto stesso: in questo caso conviene rivolgersi urgentemente al Pronto Soccorso per evitare le conseguenze di una ischemia intestinale associata ad uno strozzamento erniario.
E-mail: Password:              Registrati alla newsletter                  Password dimenticata?
Ricerca:

ll primo portale scientifico rivolto a tutti coloro che nutrono
interesse per gli aspetti clinici legati alla patologia della parete addominale

ll primo portale scientifico rivolto a tutti coloro che nutrono
interesse per gli aspetti clinici legati alla patologia della parete addominale

Sintomi dell'ernia inguinale

Il sintomo più evidente legato all'insorgenza di un'ernia è la presenza di una tumefazione esterna, che progressivamente si accresce sotto la spinta della pressione addominale e della forza di gravità.


La sintomatologia, normalmente assente durante il riposo, può insorgere durante la stazione eretta protratta con un dolore locale che tende ad aumentare di intensità durante l'arco della giornata, specialmente dopo sforzi fisici intensi.


Nelle fasi iniziali il contenuto erniario si riduce in maniera spontanea o per mezzo di una semplice manovra manuale.  
Nelle forme più inveterate si può verificare una irriducibilità del contenuto erniario, legata alla quantità ed al volume dei visceri contenuti nel sacco ed alla presenza di aderenze (ernia intasata).


Talvolta si verifica un peggioramento improvviso del quadro clinico, con un incremento della sintomatologia dolorosa locale, associata a nausea, vomito ed irriducibilità del contenuto stesso: in questo caso conviene rivolgersi urgentemente al Pronto Soccorso per evitare le conseguenze di una ischemia intestinale associata ad uno strozzamento erniario.







<< AGOSTO 2014 >>
lun mar mer gio ven sab dom
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31


Società Italiana di Chirurgia dell'Ernia e della Parete Addominale

Per contattarci: info@italianherniasociety.it - ©2012 tutti i diritti riservati